Cerca nel sito


SEGUICI SU

     

Diventa smart coach: i corsi FIPAV Roma

Nasce una nuova figura che le società dovranno obbligatoriamente inserire in organico per partecipare alle attività di Volley S3, Spikeball e Under 12.

Leggi tutto...

News Società

Una palestra per Giorgio Torchio. Al direttore sportivo e anima della Polisportiva Città Futura Pa ...
Dall’anno scorso il Volley Club Frascati ha instaurato un forte rapporto di collaborazione con la ...

News Comitato

In riferimento ai regolamenti emanati dal Centro di Qualificazione Nazionale, gli allenatori che non ...

La palestra del Dante Alighieri intitolata a Giorgio d'Arpino

Tante autorità ed amici alla Dante Alighieri per Giorgio d'ArpinoTanti amici, autorità e soprattutto gli alunni della Dante Alighieri non sono voluti mancare alla cerimonia, fortemente voluta dalla Regione Lazio, dal I Municipio e dalla Preside dell’Istituto di Via Cassiodoro, che ha ufficialmente intitolato la palestra della scuola al Prof. Giorgio d’Arpino.

 

 

 

 

La targa con su scritto “Indimenticato Professore di Educazione Fisica e… Maestro di Zompi”, inizialmente fasciata dal tricolore, è stata scoperta dalla Professoressa Valeria Defina, che ha fatto gli onori di casa, insieme a Chiara e Ludovica, figlia e nipote di Giorgio d’Arpino. Attimi di emozione allo stato puro ed occhi umidi che hanno scatenato l’applauso sincero degli oltre 200 alunni compostamente seduti all’interno della palestra.

A suggellare il momento tanto atteso da chi ha voluto bene a Giorgio, dai suoi studenti, dagli atleti e dallo staff della Lazio pallavolo, la qualificata partecipazione di personaggi del mondo dello sport e delle istituzioni che con Giorgio d’Arpino ha avuto, nel corso degli anni, modo di collaborare.

Fra i tanti Roberto Tavani della Regione Lazio che con d’Arpino ha fattivamente lavorato per rendere funzionale la palestra della Dante Alighieri e che si è speso in prima persona per intitolare a lui la palestra; il Coordinatore dei docenti di Educazione Fisica del Miur Lazio Antonino Mancuso; Andrea Burlandi e Claudio Martinelli, rispettivamente presidente del CR Lazio e del CT Roma della Fipav; Antonio Buccioni Presidente della SS Lazio Polisportiva; Emiliano Monteverde, Assessore all e Politiche Sociali e alle Politiche dello Sport del I Municipio; Giovanni Figà Talamanca, Assessore alle Politiche Educative e Scolastiche del I Municipio.

A sorpresa è voluto essere presente anche Umberto Broccoli, archeologo, autore televisivo, conduttore radiofonico, conduttore televisivo, saggista e accademico italiano, sovrintendente ai beni culturali del comune di Roma dal 2008 al 2013, che nella sua poliedrica carriera è stato anche valente pallavolista e tecnico proprio della Lazio Pallavolo con d’Arpino presidente.







Questo sito utilizza cookies per il suo funzionamento. Maggiori informazioni