Cerca nel sito


SEGUICI SU

     

SCARICA LA RASSEGNA STAMPA

Diventa smart coach: i corsi FIPAV Roma

Nasce una nuova figura che le società dovranno obbligatoriamente inserire in organico per partecipare alle attività di Volley S3, Spikeball e Under 12.

Leggi tutto...

News Società

Parte nel migliore dei modi il 2020 del Volleyrò Casal de’ Pazzi. L’Under 18 ha conquistato la ...
Dopo la pausa natalizia e due sconfitte esterne la S.S. Lazio Pallavolo 1951 ritorna in campo contro ...

News Comitato

Dopo il titolo Under 14 della passata stagione, arriva un’altra grande soddisfazione per la Duemil ...
Domenica 16 febbraio si gioca la quinta finale territoriale della stagione 2019-20. Dopo le sfide ch ...

Presentato il 27° Volley Scuola-Trofeo Acea, il torneo per gli istituti superiori di Roma e provincia

Sono passati 264 giorni dall’ultimo pallone schiacciato a terra, durante le finali del 23 maggio 2019. L’attesa è finita: da lunedì 17 febbraio torna il Volley Scuola-Trofeo Acea, il torneo di pallavolo dedicato a tutte le scuole superiori di Roma e provincia, organizzato da FIPAV Lazio e ACEA, giunto alla 27a edizione.

 

 

 

Si tratta del torneo scolastico più longevo e partecipato in Italia. Gli organizzatori l’hanno definito “Un sogno a occhi aperti” durante la conferenza stampa di presentazione che si è tenuta martedì 11 febbraio presso la sala conferenze dello stadio Olimpico di Roma.

Tra febbraio e maggio, 3.700 giovani atleti, raggruppati in circa 300 squadre, disputeranno oltre 1000 partite per contendersi i trofei in palio nelle categorie Junior (massimo 2 atleti/e tesserati/e per squadra) e Open (nessun limite all’utilizzo di tesserati/e). Al torneo di pallavolo indoor si affiancherà la 10a edizione del Beach Volley Scuola sulla sabbia del litorale romano e la 7a edizione del Sitting Volley Scuola, la disciplina paralimpica che include atleti normodotati e diversamente abili. Il CR Lazio presieduto da Andrea Burlandi organizzerà anche dei seminari negli istituti: quelli in occasione della Giornata Mondiale dell’Acqua, in collaborazione con Acea, e degli incontri sull’Alimentazione, per un mondo #FameZero come ricorda la campagna della FAO e del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale a cui la pallavolo laziale ha aderito con entusiasmo. In conferenza stampa ne ha parlato Clara Velez Fraga, capo divulgazione e promozione dell’ufficio per la comunicazione istituzionale della FAO: «Oltre 820 milioni di persone al mondo soffrono la fame. Ma ci sono tante problematiche connesse all’obesità e allo sfruttamento delle risorse che creano disagi globali. Siamo qui per ricordarlo agli studenti e per avviare insieme a loro un percorso di sostenibilità».

Oltre alle competizioni sportive, la manifestazione prevede iniziative di carattere didattico e gli studenti avranno l’opportunità di partecipare a concorsi letterari e fotografici (“Raccontaci Volley Scuola” e “Click&Volley”), a una gara di fumetti (“Comics on the net”) e a un contest per il migliore slogan sull’uso consapevole dell’acqua. I vincitori otterranno riconoscimenti e borse di studio che verranno assegnate a fine maggio, come ha spiegato il responsabile territorio e promozione della FIPAV Lazio, Alessandro Fidotti. L’evento permetterà, inoltre, di rafforzare il binomio tra pallavolo e studio (il volley è lo sport di squadra con più laureati in Italia) attraverso la partnership culturale con l’Università Telematica San Raffaele Roma. Nel prestigioso Ateneo ha conseguito il titolo di studio anche Anna Danesi, centrale della Nazionale vice campione del mondo. Questo format, del resto, è pensato per accompagnare i ragazzi e le ragazze nella loro crescita sotto tutti i punti di vista. «Volley Scuola-Trofeo Acea si rinnova anno dopo anno, abbracciando tante generazioni di giovani e restando fedele a quei valori che ne hanno ispirato la nascita nel lontano 1994. È pensato per mettere a disposizione delle scuole un contenitore di sport e socialità» ha spiegato Burlandi. «Siamo orgogliosi di poter accompagnare la FIPAV Lazio in questa meravigliosa iniziativa – ha dichiarato Massimiliano Paolucci, direttore relazioni esterne e comunicazione istituzionale del gruppo Acea – Acea è fedele compagna di viaggio del Volley Scuola da ben 26 anni, un esempio di sponsorship legata a valori ben precisi che non ha precedenti nel mondo sportivo. Guardiamo anche noi al futuro, insieme a migliaia di studenti che attraverso la pallavolo crescono come uomini e donne». Al tavolo dei relatori anche Alessandro Barbano, vice direttore del Corriere dello Sport-Stadio, che ha ricordato ai presenti l’origine del torneo, pensato e sviluppato nel lontano 1994 (grazie a un’intuizione dell’allora presidente regionale, oggi direttore eventi, Luciano Cecchi) proprio all’interno della redazione. 

In conferenza stampa sono intervenuti anche Roberto Tavani della Regione Lazio, Angelo Diario, presidente della commissione sport di Roma Capitale, il presidente Fipav Roma Claudio Martinelli, i consiglieri FIPAV Lazio, le atlete della Roma Volley Club femminile (A2) Alice De Luca Bossa (vincitrice della passata edizione con il Pacinotti-Archimede) e Valeria Pizzolato, il libero della Roma Volley Club (A3M) Cristian Rizzi, le atlete del Volleyrò Sara Bellia, Manuela Ribechi e Greta Catania, le giocatrici di beach Giulia Toti (campionessa d’Italia), Chiara They ed Erika Ditta (rispettivamente vincitrici dello scudetto U21 e U19) capitanate da Laura Giombini dello staff tecnico nazionale. Regione Lazio, Città Metropolitana, Roma Capitale, CONI, Comitato Paralimpico, MIUR e Associazione per Franco Favretto hanno sposato l’evento, con l’Istituto per il Credito Sportivo che continuerà ad accompagnare lo spettacolo del Beach Volley Scuola sulle spiagge del litorale. Il Trofeo Acea possiede nel suo Dna i valori olimpici dell’agonismo, del divertimento, della socialità e del fair play. Aspetti che verranno manifestati con ancora più convinzione nell’anno che conduce a Tokyo 2020, dove l’Italia sarà rappresentata da diversi atleti del Lazio nelle Nazionali che si sono qualificate (indoor maschile e femminile, beach maschile e sitting femminile).

Foto di Roberto Giovacchini







Questo sito utilizza cookies per il suo funzionamento. Maggiori informazioni