Cerca nel sito


SEGUICI SU

     

SCARICA LA RASSEGNA STAMPA

Diventa smart coach: i corsi FIPAV Roma

Nasce una nuova figura che le società dovranno obbligatoriamente inserire in organico per partecipare alle attività di Volley S3, Spikeball e Under 12.

Leggi tutto...

News Società

Civitavecchia si prepara alla grande festa che chiuderà il 2019. Il consorzio Litorale in Volley Ci ...
Lo scorso 21 settembre la ASD Pallavolo Cinecittà ha festeggiato il suo 40° anno di attività spor ...

News Comitato

Il 7 e 8 dicembre, al Palazzetto dello Sport di Fiano Romano andrà in scena la prima edizione della ...
Il Comitato FIPAV Roma informa le società affiliate che sono online i calendari ufficiali di Second ...

Velasco presentato a Roma come nuovo direttore tecnico giovanile maschile della FIPAV

Si è tenuta questo pomeriggio, presso la Sala Consiglio della Federazione Italiana Pallavolo, la conferenza stampa di presentazione di Julio Velasco quale Direttore Tecnico del settore giovanile maschile.

 

 

 

 

 

Di fronte a una folta platea, i due relatori di giornata, il Presidente Pietro Bruno Cattaneo e Julio Velasco, hanno espresso la propria soddisfazione per l’accordo raggiunto, spiegando i motivi di una scelta volta a dare nuovo impulso al settore giovanile maschile.

PIETRO BRUNO CATTANEO: “Sono veramente contento, questo accordo segna la volontà di proseguire il percorso di questa grande federazione. Chiunque ha lavorato in questo movimento, ha avuto il fondamentale compito di porre un mattone importante per la costruzione di quella che oggi è la seconda federazione italiana dopo il calcio. Oggi presentiamo una scelta che è stata presa all’unanimità dal consiglio federale. Fin da subito, negli occhi di Julio ho visto un entusiasmo positivo, genuino e sano, tipico di un grande uomo. L’obiettivo è ovviamente quello di dare uno slancio importante al settore giovanile maschile e sinceramente non ho visto e non vedo nessuno che potesse svolgere questo compito in maniera migliore di Julio Velasco. L’accordo è stato preso sulla base di due anni e mezzo, ma spero vivamente che possa protrarsi più a lungo”.

JULIO VELASCO: “Non mi aspettavo un primo giorno così in pompa magna e per questo vi ringrazio. Sarà un lavoro difficile, ma allo stesso tempo entusiasmante. Ho realizzato il mio sogno di allenare la nazionale argentina, poi sono tornato a Modena e ora sono di nuovo qui alla Fipav e dunque ho chiuso un altro cerchio della mia vita lavorativa e di questo sono molto contento. Vorrei cominciare sottolineando che l’obiettivo di tutte le nazionali, oltre a quello sportivo, è quello di promuovere il nostro sport. Allora va bene quando si parla di far crescere i giovani in ottica di farli emergere in nazionale maggiore, ma bisogna aver chiaro che c’è un altro compito fondamentale, quello di promuovere questa disciplina sul nostro territorio. Sui i giovani in particolare, il luogo comune che oggi va per la maggiore è quello secondo cui non hanno abbastanza spazio. Bisogna stare molto attenti a non favorire questo alibi, loro devono crescere con la consapevolezza di doversi costantemente guadagnare il posto in campo. Da parte nostra, avremo il compito di dargli tutti gli strumenti per potersi mettere in gioco. In questo senso, sarà necessario smetterla di confrontarli con i giocatori che li hanno preceduti. Questo perché i ragazzi devono avere in mente di confrontarsi solo con i propri pari età. Il messaggio ai giovani, dunque, è quello di andare a vincere sui campi che li competono, tutto verrà di conseguenza”.

Tra i presenti in sala, il presidente FIPAV Roma Claudio Martinelli, il presidente FIPAV Lazio Andrea Burlandi e il direttore eventi regionali Luciano Cecchi, insieme al vice presidente Giuseppe Manfredi, al segretario generale Alberto Rabiti, ai consiglieri federali Guido Pasciari e Pino Mazzon, all’Ad della Lega Pallavolo Serie A maschile Massimo Righi e al già segretario generale Fipav Gianfranco Briani. Con loro Renato Di Rocco, presidente Federazione Ciclistica Italiana.







Questo sito utilizza cookies per il suo funzionamento. Maggiori informazioni