Cerca nel sito


SEGUICI SU

     

Diventa smart coach: i corsi FIPAV Roma

Nasce una nuova figura che le società dovranno obbligatoriamente inserire in organico per partecipare alle attività di Volley S3, Spikeball e Under 12.

Leggi tutto...

News Società

Un Natale all’insegna dello sport del Fair play e di pacchi regalo per gli alunni della scuola pr ...
Forte del suo secondo posto con venti punti nel girone C al termine della prima fase del campionato ...

News Comitato

La Commissione Gare del Comitato Territoriale FIPAV Roma ha indetto l'edizione 2019 dei Tornei Franc ...
Il Comitato Territoriale FIPAV Roma ha ufficializzato il calendario del primo turno a eliminazione d ...

Il piccolo Cristian è volato in cielo... La pallavolo romana piange il suo angelo

Il piccolo Cristian non ce l'ha fatta. Ha combattuto come un leone contro un male più grande di lui e oggi, venerdì 4 gennaio, ci ha lasciato. La sua storia ci aveva colpito: a 7 anni giocava a pallavolo nella RIM Cerveteri, ma a causa di terapie molto invasive presso la struttura del Bambino Gesù di Roma necessitava di trasfusioni di piastrine due volte al giorno e a inizio aprile questa disponibilità di sangue sembrava essere esaurita.

 

 

 

 

Sui social, prima con l’appello della RIM Sport e poi con il rilancio della notizia sui canali del Comitato Territoriale di Roma della Federazione Italiana Pallavolo, si era scatenato un incredibile circuito virtuoso: in migliaia avevano chiamato i centralini o mandato messaggi e tantissime persone si erano recate fisicamente in ospedale per sincerarsi delle condizioni di Cristian e per donare il proprio sangue. Grazie alla grande famiglia della pallavolo e grazie a tanti amici e conoscenti il piccolo aveva raggiunto le piastrine necessarie per completare i suoi cicli di terapia.

Purtroppo negli ultimi giorni si è aggravato, fino alla terribile notizia che non avremmo mai voluto dare. 

Da parte del Presidente FIPAV Roma Claudio Martinelli, dei Consiglieri e di tutto lo staff del CT Roma le più sincere condoglianze alla famiglia.

Abbiamo imparato a volergli bene, a tifare per lui giorno dopo giorno. Non ci sono parole per descrivere la tristezza che stiamo provando.







Questo sito utilizza cookies per il suo funzionamento. Maggiori informazioni